Vivere la quotidianità da un’altra prospettiva.

Raccontare la vita partendo dai dettagli meno visibili.

Con questa piattaforma web è partito il viaggio più difficile: parlare di me stesso. La vita è fatta di imperfezioni, manie/ossessioni che ci rendono speciali: nascondere le proprie debolezze o difetti non fa altro che amplificarli. Marcobalto è un nickname che ho iniziato ad usare su MSN Messenger ed è l’unione fra il mio nome -Marco e il colore che trovo più elegante e che associo al colore del mare -cobalto: il Blu, mia grande passione. Ho scelto di vivere la quotidianità da un’altra prospettiva – raccontare la vita partendo dai dettagli meno visibili.

Il mio primo viaggio oltreoceano è nato per gioco. Ho accettato la sfida di vedere un mondo nuovo e molto diverso da quello nel quale ero abituato a vivere. Sono partito per le Filippine dall’oggi al domani con un ragazzo che conoscevo appena: mi ha sfidato a lasciare uno stile di vita comune per vivere un’avventura. I primi tempi non sono stati facili – giorno dopo giorno, però mi sono ambientato e nel tempo è cresciuto il desiderio di non voler tornare indietro. Mi domandavo se fino a quel momento avessi solo perso tempo: dovevo vedere il mondo attorno. Sono figlio della civiltà delle immagini e come tale ho maturato l’esigenza di scattare con gli occhi emozioni indelebili. Raccontare la vita attraverso fotografie per poi riportarle con le parole sulla carta, cresce così il mio desiderio innato di scrivere.

Marcobalto è un recipiente per le mie emozioni. Il desiderio di arrivare al cuore di tutti con passione.

Leggere per lasciarsi ispirare.

Vivere emozioni attraverso il proprio smartphone o il profumo di un libro appena acquistato.

In Italia si legge sempre meno, lo dicono tutti: statistiche, vendite e giornali. Siamo presi da mille impegni e la società ci impone uno stile di vita incessante. Ma il profumo dell’inchiostro sulla carta per alcuni, me compreso, è ancora una delizia per i neuroni – inoltre leggere un eBook è diventata un’esigenza oltre che una tendenza. Ho pensato quindi di prendere i miei appunti di viaggio e romanzarli. La mia passione per la scrittura nacque quand’ero poco più che adolescente, mi divertivo a riscrivere il finale delle sceneggiature dei film alla TV. Ben presto mi sono accorto che era un’abilità da non accantonare e ho continuato a produrre testi. Ho collaborato con diversi giornali e mi sono appassionato ai serial e al cinema d’autore – quello che leggerete è il frutto di un millenial cresciuto con Bim Bum Bam, Matrix e Pedro Almodovar.